Hong Kong, la Cina censura Internet ma FireChat funziona anche senza Internet

Il governo cinese ha paura di Internet e censura la rete!

Il sito di Yahoo! è diventato inaccessibile in molte parti della Cina.
Lo ha segnalato il sito Greatfire.org, che monitora il Great Firewall: il sistema di filtraggio cinese.
Instagram, Facebook, Twitter, YouTube, Snapchat: tutti i Social Network stranieri sono stati censurati!

Il governo cinese ha capito che l’unico modo per evitare ciò che è accaduto nella “primavera araba”, è censurare Internet.
I Social Network: Facebook in primis, documentarono la rivolta di ciò che le tv arabe censuravano.

Ma la tecnologia è più forte di ogni regime e dittatura, e nasce FireChat
per permettere agli utenti di questa App di comunicare anche senza Internet, o connessioni Wi-Fi.

FireChat era stata creata per i concerti e/o in situazioni in cui tante persone sono concentrate in un’area senza Internet.
Ed invece FireChat è diventata lo strumento principale di comunicazione per le proteste ad Hong Kong, in Cina per la democrazia.

Questa App funziona sia per iPhone che per i cellulari con Android e trasforma i cellulari in walkie-talkie. Inoltre fa inviare anche i messaggi in offline.
L’unico limite è che le persone con l’app di FireChat devono essere concentrate entro 70 metri di distanza fra di loro.

FireChat funziona con il Bluetooth.

Open Garden è la società che l’ha creata.

Scarica la app: Download FireChat
(clicca sul link sopra evidenziato in blu)

FireChat ha iniziato a diffondersi in Asia, grazie alla “protesta dei girasoli” a Taiwan.
Ad Hong Kong l’app in un solo weekend è stata scaricata più di 100.000 volte, in Cina.
FireChat, in passato, è stata usata anche da molti utenti in Iraq, Iran, India, Brasile e Messico.

Se si pensa all’export ed alla Cina, oltre ad altri paesi dove regna poca trasparenza e democrazia,
valutate bene, prima di andare ad investire in questi paesi.

La libertà di comunicare non ha prezzo e non è un costo!

Siamo insieme a FireChat, e con le migliaia di ragazze e ragazzi, della “rivoluzione degli ombrelli”, ad Hong Kong che urlano in Cina la parola: democrazia.
Coraggio!

FireChatStudenti-proteste-Hong-Kong-CinaAPTOPIX Hong Kong Democracy Protest